You are here
Home > Cagliari sotterranea > L’antico pozzo scoperto in via Tigellio a Cagliari? Chiuderlo o valorizzarlo?

L’antico pozzo scoperto in via Tigellio a Cagliari? Chiuderlo o valorizzarlo?

Nel suo lungo post su Facebook, è il nostro Direttore Marcello Polastri a raccontare di come “Anni fa, in via Tigellio a Cagliari, accanto alla zona archeologica, sprofondò il manto d’asfalto e mi giunsero immagini e segnalazioni dei residenti e di cari amici della vicina Osteria. Scrissi agli archeologi, ai funzionari della Soprintendenza, avvisai i media…“.
Il riferimento è al recente articolo scritto dal quotidiano Casteddu On Line, a firma di Marcello Roberto Marchi, che lamenta giustamente di come a due anni di distanza dalla scoperta di un antico pozzo, via Tigellio sia ancora transennata, e quel pozzo ricoperto con una lastra di metallo arrugginito.
Nella foto di Marcello Polastri, il Pozzo scoperto in via Tigellio a Cagliari.
C’è chi racconta “era una fognatura”, chi “un antico acquedotto”, ed “è così che si crea una nuova leggenda metropolitana” prosegue Polastri.
“Mi piacerebbe sapere da chi di competenza quali siano le intenzioni per poter risolvere sia la storia del “buco”, come poterlo valorizzare, portar via le transenne e capire se, ad esempio, si potrebbe trovare una soluzione per valorizzare questo luogo della memoria che si nasconde sotto ai nostri piedi, compatibilmente con le esigenze di parcheggio e alla viabilità“.
Da qui una interrogazione che Polastri ha presentato al Sindaco di Cagliari e all’Assessore competente per sboccare la situazione, in sinergia con il parere della competente Soprintendenza archeologica alla quale, sempre Polastri, ha scritto.
Cagliari. Il Pozzo in via Tigellio, febbraio 2020.

Lascia un commento

Top