You are here
Home > Eventi e Tour > Covid e cultura: Cagliari si unisce all’appello rivolto al Ministro della cultura Franceschini

Covid e cultura: Cagliari si unisce all’appello rivolto al Ministro della cultura Franceschini

C’è anche Cagliari, la bellissima Città del sole, con l’assessora alla cultura Paola Piroddi, che ha condiviso con 12 suoi colleghi assessori alla Cultura delle grandi città italiane, la lettera indirizzata ai Ministri Franceschini e Catalfo, per chiedere un sostegno straordinario al settore culturale, “in questo periodo di profonda e preoccupante crisi”.

Gli assessori italiani chiedono un confronto sulla formazione dei decreti attuativi del “Fondo Emergenze per lo Spettacolo e il Cinema” e del “Fondo per il reddito di ultima istanza a favore dei lavoratori danneggiati dal virus COVID-19“.

Paola Piroddi, assessore alla cultura del Comune di Cagliari

Vorrebbero, inoltre, rassicurazioni sulle future misure rivolte al settore anche nel medio termine. Oltre agli assessori anche tanti nomi noti come: Pierfrancesco Favino, Liliana Cavani, Paolo Fresu, Maurizio Crozza, Concita De Gregorio, Luca Argentero, Silvia Avallone, Pupi Avati, Eleonora Abbagnato, Stefano AccorsiManuel Agnelli, Roberto Bolle, Achille Bonito Oliva.

Nell’appello  al Ministero, gli assessori alla cultura italiani richiamano il ruolo cruciale delle amministrazioni locali nello sviluppo della vita culturale del Belpaese, le ricadute che la crisi ha sul settore e sugli enti locali, e mettono a disposizione il patrimonio di conoscenze e connessioni per contribuire affinché le misure disposte con il Decreto Legge del 17 Marzo possano avere rapidamente la massima efficacia, tenuto conto delle caratteristiche del settore.

Guide_turistiche
Operatori culturali in azione

Qualche settimana fa, nel bel pieno di una crisi di Governo, l’ex Ministro dei Beni Culturali Franceschini ha firmato una riforma che, date le condizioni contingenti, per quanti lo hanno criticato, “poteva forse lasciare nel cassetto”.

Tuttavia, nell’appello degli Assessori si legge che, tra l’altro, “La sospensione totale delle attività culturali è stata la prima delle misure di riduzione della socialità, con un impatto immediato anche sulle capacità di sostentamento di moltissimi che vivono spesso di un’economia fatta di passione ma con ridotti margini di sostenibilità, con un consistente e costante rischio d’impresa: (…) strutture caratterizzate da fragilità strutturali e organizzative, da operatori con contratti atipici, partite IVA, freelance, prestatori d’opera a prestazione occasionale e a giornata, tutti soggetti titolari di rapporti di lavoro autonomo o a tempo determinato“.

Dario Franceschini, Ministro alla cultura

Le lettere inviate ai Ministri Catalfo e Franceschini sono firmate da: Luca Bergamo, Vicesindaco con delega alla Crescita Culturale – Roma, Adham Darawsha, Assessore alle culture – Palermo, Filippo Del Corno, Assessore alla Cultura – Milano, Eleonora de Majo, Assessora alla Cultura e al Turismo – Napoli, Barbara Grosso, Assessora alle Politiche Culturali, dell’Istruzione, per i Giovani – Genova, Francesca Paola Leon, Assessora alla Cultura – Torino, Matteo Lepore, Assessore alla Cultura e al Turismo – Bologna, Paola Mar, Assessore al Turismo, Toponomastica, Decentramento e Municipalità – Venezia, Paolo Marasca, Assessore Cultura, Turismo e Politiche Giovanili – Ancona, Ines Pierucci, Assessora alle Politiche Culturali e Turistiche – Bari, Paola Piroddi, Assessora Cultura, Spettacolo, Verde Pubblico e Benessere Animale – Cagliari, Tommaso Sacchi, Assessore alla Cultura – Firenze.

Leggi anche:

 

Lascia un commento

Top